cane gratta la porta

Perché il cane gratta la porta?

Se vi è capitato che il vostro cane gratta la porta sicuramente vi siete chiesti come mai e cosa vuole. Noi tutti avendo un cane in casa, abbiamo potuto notare che esprime le proprie emozioni con alcuni comportamenti. Alcuni di questi comportamenti a volte possono essere sgradevoli e infastidire ma non bisogna mai castigare o sgridare il cane ma cercare di capire cosa si nasconde dietro.
Infatti alcuni comportamenti possono nascondere a volte problemi fisici o psicologiche per questo bisogna prima risolvere il problema che sta alla radice, cercando di risolvere il comportamento sgradevole si può solo peggiorare la situazione.
Molti comportamenti dei cani sono comuni per esempio quando si esprimono grattando la porta o facendo pipi in casa.

Perchè il cane gratta la porta?

Come spesso capita con la maggior parte dei comportamenti degli animali e quindi anche per quelli del cane non esiste un unico motivo che può spiegare un certo comportamento. Come nel caso in cui il cane gratta la porta bisogna capire cosa si nasconde dietro, facendo attenzione al contesto che avviene tale comportamento. Maggiore sarà la quantità di informazioni che riusciamo a fornire al veterinario o al comportamentalista di cani più veloce e precisa può essere la diagnosi.

Il contesto in cui il cane gratta la porta.

Per capire il comportamento che sta dietro al cane che gratta la porta bisogna osservare in che situazione il cane grattare la porta come ad esempio:

  • Il cane gratta sola una porta o lo fa con tutte le porte di casa?
  • Con che frequenza il cane gratta la porta?
  • Il cane gratta la porta  quando resta da solo in casa, solo in vostra presenza?
  • Con che frequenza il cane gratta la porta?
  • Da quanto tempo ha iniziato a farlo?
  • Il cane gratta la porta quando sente passare qualcosa in particolare, per esempio un vicino, un altro cane?

Avere una risposta a queste semplici domande può essere di aiuto per farsi un’idea sul motivo o l’origine del problema. Inoltre può essere di aiuto come detto in precedenza anche al veterinario per formulare una diagnosi se il problema è di origine fisica o al comportamentalista se di origine psiche.

Come detto in precedenza il cane esprime le sue emozioni attraverso comportamenti che non sempre sono chiari anche alcune patologie e malesseri fisici possono essere espressi con alcuni comportamenti per i quali il cane gratta la porta. Per questo una delle prime cose da fare è escludere che il cane gratta la porta per problemi fisici con una visita veterinaria. Sicuramente è importante escludere un eventuale problema fisico che ha colpito il cane prima che si possa aggravare.

Il comportamento di un cane che gratta la porta quando si manifesta da un giorno all’altro e senza che ci siano stati cambiamenti sostanziali in casa o nella routine dell’animale, molto probabilmente c’è da individuare una patologia medica. Infatti molti problemi di salute possono causare nel cane delle reazioni e dei comportamenti strani come conseguenza del malessere che stanno sentendo e per esempio iniziano a grattare o sbatterci contro. Per questo bisogna rivolgersi al veterinario il prima possibile.

Cane gratta la porta per ansia da separazione.

Una volta escluse cause fisiche bisogna pensare che è possibile che il cane gratta la porta per ansia da separazione. Se il cane gratta la porta per ansia da separazione è facile intuire che questo comportamento si manifesta quando il cane rimane da solo in casa o quando non è nella stessa stanza con tutta la propria famiglia umana o in particolare con un membro. Infatti l’APS acronimo di ansia da separazione è un disturbo comportamentale che appare quando il cane viene separato fisicamente da uno o vari membri della famiglia. Per via dell’APS il cane può avere diversi comportamenti oltre a grattare la porta che lo separa fisicamente ma anche:

  •  Abbaiare.
  • Mugolare in maniera costante.
  • Fare i bisogni in luoghi inappropriati.
  • Ansimare
  • Stare in costante movimento.

Per tutti questi comportamenti il cane non deve essere sgridato e castigato se quando torniamo a casa troviamo qualche danno si può solo aggravare la situazione con un atteggiamento del genere. Per risolvere questo problema puoi rivolgerti a un comportamentalista di cani, per saperne di più puoi leggere anche: Ansia da separazione del cane.

Cane gratta la porta perchè vuole attenzione, uscire di casa o entrare in una stanza.

I cani imparano facilmente per associazione, cioè se hanno un certo comportamento o fanno qualcosa è ottengono ciò che volevano lo vedono come una cosa positiva da rifare ogni volta. Se per un caso fortuito il cane ha grattato la porta riuscendo ad ottenere la nostra attenzione, entrare in una stanza che gli è proibita o uscire di casa avrà lo stesso comportamento tutte le volte che vuole ottenere quella cosa.

Per questo non bisogna piegarsi alle volontà del cane quando gratta la porta. Sicuramente è un bene e deve essere incoraggiare quando vuole farci sapere che deve uscire per i bisogni fisiologici, ma se il cane gratta la porta per svegliarci ed entrare nella stanza da letto certamente è un comportamento che non deve essere incoraggiato.

Cane gratta la porta per stress o mancanza di stimolazione.

Tutti i cani non hanno bisogno solo di dormire, mangiare bere e fare i bisogni ma hanno altre necessità che se non soddisfatte possono portare a un accumulo di stress. A seconda della razza, dell’età, condizioni fisiche e del carattere del cane ha bisogno di stimoli mentali e fisici per bruciare l’energia in eccesso e stare in salute.

Se il cane non si sente soddisfatto e non riesce a sfogare l’energia in eccesso può iniziare ad avere comportamenti come quello di grattare la porta per uscire di casa dove può correre giocare e incontrare altri cani.

Come evitare che il cane gratta la porta.

Se il cane gratta la porta per una patologia fisica sta al veterinario diagnosticarla e prescrivere il giusto trattamento. Sta a noi solo seguire scrupolosamente le indicazioni del veterinario senza pensare di poter diagnosticare il problema e di curare il cane informandosi e facendo ricerche su internet, infatti questo articolo è puramente informativo.

Una volta scartate eventuali patologie di origine fisiche con una visita veterinaria non significa che questo comportamento può essere sottovalutato, infatti può essere la radice di problemi   psicologico che possono aggravarsi e portare altri problemi. Infatti ad esempio se si tratta di APS cioè di ansia da separazione se all’inizio il cane gratta la porta e magari abbaia col passare del tempo può arrivare a fare la pipi in giro per casa.

Per questo bisogna chiedere l’aiuto di un professionista del comportamento animale, che potrete iniziare a lavorare modificando alcune dinamiche e le abitudini del nucleo familiare per scoprire la base che sta dietro a questo comportamento. Il comportamentalista potrebbe consigliare di registrare un video se il cane gratta la porta in nostra assenza per vedere i movimenti che fa quando rimane da solo e capire se si tratta di ansia da separazione, per poter formulare il giusto trattamento da seguire in modo che il cane supera la sua ansia.

Se scopriamo che la causa è dovuta alla conseguenza di apprendimento bisogna smettere di rinforzare questo comportamento in modo che non lo ripete. Quindi se il cane vi chiede di uscire a fare un giro grattando sulla porta o se lo fa per l’eccitazione di uscire bisogna non aprire la porta ma aspettare che si calmi, ad esempio sedersi vicino alla porta ed aspettare.

Se il cane lo fa perchè ha bisogno di scaricare l’energia in accesso bisogna offrire al cane l’attività fisica quotidiana che di cui necessita. Anche stimolare la sua mente è utile per evitare che soffra di stress e che liberi l’energia accumulata in maniera sbagliata. Uscire di casa a fare attività fisica, permettere al cane oltre a scaricare l’energia stimola la mente annusando l’ambiente circostante. Sicuramente è utile anche incentivare la socializzazione con altri cani e persone portandolo a parchi attrezzati o utilizzare giochi che stimolino le sue capacità cognitive. In questo modo aiutiamo il cane ad essere più rilassato ed equilibrato e a migliorare la qualità della sua vita.