odori odiano i gatti

Quali odori odiano i gatti? Più alcuni che potrebbero far fare le fusa al tuo gatto

Ai gatti piace esplorare il mondo che li circonda e un importante metodo di esplorazione è attraverso il profumo. L’olfatto è così importante che i gatti hanno un organo speciale all’interno della bocca che aiuta a indagare ulteriormente su odori interessanti.

Di tanto in tanto, il tuo gatto si imbatterà in un odore che odia decisamente. Potrebbero strizzare gli occhi, indietreggiare o semplicemente alzarsi e lasciare lo spazio puzzolente. L’antipatia per certi odori potrebbe essere radicata nella sopravvivenza, afferma la dottoressa Rebecca Greenstein , consulente medico veterinario per Rover e capo veterinario presso l’ospedale veterinario di Kleinburg . O potrebbe essere perché i loro piccoli nasi hanno 40 volte più recettori olfattivi di noi, rendendo facilmente gli odori travolgenti.

Quali odori odiano i gatti? Abbiamo l’elenco e alcuni potrebbero sorprenderti. Ma come sappiamo noi amanti dei gatti, non esistono due gatti uguali. Quindi, non essere scioccato se il tuo gatto non storce il naso davanti ad alcuni degli odori di gatto più odiati.

Quali odori odiano i gatti?

I gatti usano il loro potente senso dell’olfatto per conoscere l’ambiente che li circonda. Con un solo annusare, il tuo felino curioso può rilevare la preda, il gatto del quartiere o il suo snack preferito. “E a volte”, afferma la dottoressa Rebecca Greenstein, “possono rilevare minacce o tossine”.

“I gatti hanno un quadro generale di odori che gli piacciono e non gli piacciono, ma il loro sistema non è infallibile”, afferma il dott. Greenstein. Sfortunatamente, molti gatti trovano il giglio altamente tossico profumato quanto noi.

Altri odori non sono tossici ma sono abbastanza antipatici da tenere il tuo gatto lontano da loro. “I genitori di animali domestici intelligenti possono sfruttare il potere di determinati profumi per dissuadere i gattini da determinate aree della casa, come il bancone della cucina o le tende del soggiorno”, afferma il dott. Greenstein.

Questi sono gli odori che più probabilmente inducono il tuo gatto a fare una faccia puzzolente.

Aceto e altri detergenti per la casa

Gli odori a base di aceto che fanno venire l’acquolina in bocca non piacciono ai gatti, così come altri detergenti per la casa dall’odore forte. Poiché l’aceto non è tossico, è un punto di riferimento per l’uso come repellente per gatti e detergente per animali domestici .

Oli essenziali

Il tuo gatto potrebbe odiare l’odore di alcuni oli essenziali e per una buona ragione. Gli oli essenziali sono estratti super concentrati dalle piante e sono diversi dalle fragranze prodotte. Al tuo gatto potrebbero non piacere entrambi, ma sono gli oli essenziali che potrebbero essere tossici per gli animali domestici. L’eucalipto, l’olio dell’albero del tè e la menta piperita, tra gli altri, sono decisamente scoraggianti (per non dire tossici) per i gatti.

Agrumi

Questo fresco profumo di agrumi segnala pericolo ai felini curiosi. Se mai si avvicina abbastanza da mangiare la buccia di un’arancia, limone, lime o un altro agrume (non probabile) il tuo gatto potrebbe provare vomito e diarrea. Poiché non amano l’odore (e il sapore amaro), spargere le bucce nei giardini o lasciarle sul piano di lavoro può essere un deterrente per gatti.

Banane

Le bucce delle banane hanno un odore particolarmente pungente e un sapore amaro e i gatti non ne sono fan. Man mano che il frutto matura, si forma un composto chimico chiamato acetato di isoamile che provoca l’odore fruttato extra. Il naso del tuo gatto potrebbe sapere che questo composto chimico potrebbe causare mal di stomaco.

Vista ravvicinata del gatto domestico

iStock/123ducu

Senape e cibi piccanti

Se ti piacciono i cibi piccanti, puoi ringraziare un composto chiamato capsaicina per il calcio. Anche il tuo gatto ha familiarità con il suo profumo infuocato e registra ” pericolo! ” ” al primo annusare.

Pino e cedro

Mentre un odore delizioso per la maggior parte degli umani, i profumi di pino e cedro non sono molto apprezzati dai felini. Forse a causa degli oli degli alberi che sconvolgono la pancia, l’antipatia per l’odore è una cosa particolarmente positiva se ti piace avere un albero di Natale e un gatto durante le festività natalizie .

Menta piperita

Se al tuo gatto non piace l’odore della menta piperita, ha nuovamente colpito il misuratore di tossicità sul naso. Se ingeriti, la menta piperita e alcuni dei suoi parenti (esclusa l’ erba gatta ) possono causare vomito, diarrea e nausea.

Pomodori e cipolle

Sono con il mio gatto su questo: nessuno, gatti inclusi, gode degli effetti strabilianti delle cipolle. Per quanto riguarda i pomodori, il tuo gatto potrebbe fiutare il fatto che le piante di pomodoro e i loro frutti acerbi sono tossici per gli amici pelosi.

Donna che prepara una deliziosa pizza con il suo dolce gatto. Concetto fatto in casa.

iStock/santypan

Caffè macinato

Il tuo gatto probabilmente non apprezza l’odore del tuo rituale del caffè mattutino tanto quanto te, e questa è una buona cosa. La caffeina , sotto forma di caffè preparato, fondi o fagioli, può causare avvelenamento da tossicità in cani e gatti. Per questo motivo, non è consigliabile cospargere il caffè in cortile o in giardino come deterrente per gatti.

Lettiera sporca

Non sei l’unico a trovare una lettiera sporca offensiva per il naso, dice il dottor Greenstein. Se diventa troppo appiccicoso, il tuo gatto potrebbe scegliere di evitarlo del tutto e trovare un altro luogo non adatto per fare i propri affari.

Altri gatti o animali domestici

“I gatti possono usare il loro senso dell’olfatto per identificare se qualcosa è familiare o meno e identificare chi fa parte della loro famiglia. Usano segnali olfattivi per comunicare con altri gatti e li vedrai sfregare le ghiandole odorifere su oggetti e altri gatti o esseri umani “, spiega Mikkel Delgado, consulente per il comportamento dei gatti e borsista post-dottorato presso la School of Veterinary Medicine dell’Università della California, Davis. Annusare un animale domestico sconosciuto sul loro umano o nel loro spazio segnala “intruso!”

Come posso usare gli odori per scoraggiare il mio gatto?

I genitori di gatti hanno provato di tutto quando si tratta di dissuadere i nostri curiosi felini da comportamenti indesiderati, incluso l’uso di odori “cattivi”. Da quali odori i gatti stanno alla larga? Ecco alcuni veri deterrenti per gatti fai-da-te:

  • Strofinare i limoni sul divano per smettere di grattarsi.
  • Riempi la tua ciotola di frutta con banane mature per scoraggiare un felino che salta contro.
  • Spargere bucce di agrumi nel tuo giardino per impedire al gatto di vagare.
  • Pulisci banconi e altre superfici senza gatto con aceto bianco.
  • L’aceto e altri odori sono un buon repellente per gatti? Certo, l’uso di odori “cattivi” può dissuadere i gatti dall’andare in posti in cui preferiresti che non andassero. I deterrenti commerciali per gatti hanno persino imbottigliato gli odori “peggiori” per un facile utilizzo. C’è solo un problema con questo approccio, dice Delgado.

    Giovane Gatto In Cucina

    iStock/Maksymowicz

    “Gli odori viaggiano. Possono allontanarsi dall’obiettivo previsto e ora tutta la tua stanza ha un odore sgradevole per il tuo gatto “, spiega. Ma ciò non significa che tutte le speranze siano perse per impedire al tuo gatto di saltare sul bancone .

    “È molto più efficace cercare di capire perché il tuo gatto sta assumendo un comportamento che non ti piace”, dice. Concentrarsi sui  cinque pilastri  di un ambiente felino sano può aiutare a restringere il motivo per cui il tuo gatto sta facendo un comportamento e come fornire un ambiente che scoraggi il comportamento indesiderato:

  • Fornisci al tuo gatto un posto sicuro dove chiamare il proprio
  • Fornisci molteplici risorse indispensabili come lettiere, ciotole per cibo e acqua e zone per graffiare e dormire
  • Offri opportunità di gioco, graffi e arricchimento
  • Fornisci molto amore e interazioni umane positive
  • Controlla gli odori che influiscono sul sensibile senso dell’olfatto del gatto
  • Simpatico gatto divertente bengala che gioca a casa

    iStock/Ingus Kruclitis

    I gatti sono sensibili al profumo?

    Secondo il Banham Zoo di Norfolk, in Inghilterra , i cugini più grandi e selvaggi dei nostri gatti domestici si divertono ad annusare vecchie bottiglie di profumo. Sono particolarmente affezionati alla linea di Calvin Klein che, all’epoca dell’ossessione dei gatti, utilizzava un feromone derivato da un mammifero felino.

    Ma, dicono gli esperti , non affrettarti a spruzzare il letto del tuo gatto con il tuo profumo preferito. Poiché il naso di un gatto è molto più sensibile del nostro, il profumo può essere decisamente travolgente. Per non parlare dell’irritazione cutanea secondaria oltre ai sintomi respiratori:

  • Tosse
  • Respiro sibilante
  • Sbavando
  • Starnuti
  • Secrezione nasale
  • Occhi pieni di lacrime
  • Respiro affannoso
  • Porta via

    È divertente e stimolante per te e il tuo gatto scoprire odori diversi. Se apre la bocca e fa una faccia disgustata, è super curiosa. Se strizza gli occhi, indietreggia o addirittura colpisce l’oggetto, saprai di avere qualcosa di puzzolente in mano. Potrebbe sorprenderti apprendere ciò che il naso del tuo gatto sa che tu non sai. Dopotutto, molte simpatie e antipatie derivano dai suoi istinti dispettosi.

    Riempire la tua casa con gli odori che amano come erba gatta, timo gatto, basilico e fiori non tossici può fornire stimoli, ridurre lo stress e creare una casa complessivamente più felice. Ciò non significa che devi gettare il tuo amato caffè o abbandonare il tuo detergente al limone preferito, ma il tuo gatto potrebbe apprezzare che emani quei profumi con una finestra aperta.

    Qualunque profumo il tuo felino unico trovi stuzzicante o meno, possiamo essere tutti sicuri di una cosa: il profumo preferito di un gatto è l’odore del suo essere umano preferito.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *