Incontinenza del gatto

Incontinenza del gatto.

L’incontinenza del gatto può avere una causa sia emotiva o fisico, per questo è importante rivolgersi al veterinario per indagare e verificare se è un problema che richiede delle cure mediche. Infatti i gatti possono accusare problemi alla vescica, infezioni del tratto urinario, problemi ai reni, effetti collaterali di alcuni farmaci o del cibo errato come quello troppo salato. Per questo è importante rivolgersi a un veterinario in modo da capire cosa succede al nostro gatto e prendere rimedi tempestivamente.

Nel caso in cui il veterinario non trova problemi fisici per l’incontinenza del gatto può essere un problema derivante da problemi emotivi. In entrambe i casi e bene prendere rimedi il prima possibile per poter risolvere il problema e far si che il gatto non si porti dietro per troppo tempo questo problema.

Incontinenza del gatto dovuto a problemi emotivi o stress.

I gatti sono molto sensibili allo stress, sono animali da compagnia che nonostante a volte non lo dimostrano si legano molto alle persone e all’ambiente circostante. Per questo cambiamenti improvvisi come orari diversi di un membro della famiglia o la sua assenza come un trasferimento o cambiamenti in casa possono provocare l’incontinenza del gatto.

Anche un nuovo animale in casa può essere la causa scatenante dell’incontinenza del gatto, la sola presenza può provocare gelosia per il nuovo arrivato o il gatto può essere bullizzato dal nuovo animale che non deve essere per forza più grosso di lui.

Un gatto può iniziare a non utilizzare più la lettiera per lo stress del territorio invaso da altri gatti. Nel caso in cui il quartiere in cui vivi col tuo gatto sono presenti molti gatti, può succedere che il tuo gatto senta gli odori degli altri gatti e accusare lo stress. Infatti altri gatti possono frequentare il nostro giardino o il marciapiede vicino la nostra porta, inoltre è possibile che calpestando l’urina di altri gatti fuori casa possiamo portare il loro odore sotto le suole delle nostre scarpe.

Inoltre è possibile che il tuo gatto sente l’odore vicino a porte e finestre nei punti in cui e passato l’intruso. In questo caso è importante intervenire allontanando il gatto motivo dello stress del nostro.

La lettiera può anche essere il problema, può essere nel posto sbagliato, infatti la lettiera del gatto non deve essere in una zona della casa poco tranquilla o troppo vicina alla ciotola dell’acqua o del cibo. Anche la sabbiolina della lettiera è importante infatti può essere sgradevole sulle zampe. La pulizia della lettiera è molto importante e il numero di lettiere se si hanno più gatti in casa, infatit bisogna tenere sempre pulita la lettiera e avere almeno una lettiera in più al numero di gatti che l’utilizzano.

Incontinenza del gatto dovuto a problemi fisici.

Anche se questi problemi possono essere diagnosticati con esattezza solo da un veterinario, giusto per sapere i possibili motivi più comuni i problemi che affliggono i gatti sono:

  •  Nei gatti anziani può verificarsi l’incontinenza a causa di demenza
  • Anche la debolezza della vescica o dello sfintere possono provocare incontinenza del gatto.
  • Infezioni del tratto urinario possono provocare incontinenza del gatto che a volte decide di evitare l’utilizzo della lettiera perchè l’associa a un malessere.
  • Anche problemi alla vescica e problemi renali possono provocare l’incontinenza del gatto che possono essere risolti solo con l’aiuto di un veterinario.
  • Altre informazioni sull’incontinenza del gatto.

    Nonostante il fatto che la pulizia della casa sia importante e avere un gatto con un problema del genere è molto fastidioso, è importante tenere presente che i gatti non lo fanno apposta e bisogna avere molta pazienza. Infatti c’è sempre una causa che a volte richiede molto tempo pazienza e fatica per scoprirlo. L’aiuto di un professionista è sempre indispensabile come l’aiuto di un veterinario per scongiurare almeno problemi fisici e malattie.  Una volta scongiurati problemi fisici che provocano l’incontinenza del gatto l’aiuto di un esperto comportamentale di animali potrebbe offrire una soluzione.

    Sicuramente è bene puntualizzare che queste informazioni sono solo a scopo informativo e non sostituiscono il parere autorevole di un veterinario.