Gatti anallergici

Gatti anallergici le 10 razze adatte per le persone allergiche al gatto.

Circa una persona su tre soffre di allergia al gatto per questo bisogna essere consapevoli che esistono gatti anallergici. Essere allergico al gatto non significa essere allergico al felino ma a delle proteine che possono essere presenti nell’urina, forfora o nella saliva dell’animale che sono l’allergene responsabili.

Perchè si è allergici al gatto?

Al contrario di quanto credono in molti non è il pelo del gatto che provoca l’allergia ma una proteina che si accumula sul suo pelo. Infatti si pensa di essere allergici al pelo del gatto perchè e qui che il gatto leccandosi per la toilettatura quotidiana favorisce l’accumulo della proteina FEL D1 su di esso. Infatti quattro quinti delle persone allergiche al gatto sono allergiche alla proteina FEL D1 presente nella saliva. Questa proteina che provoca l’allergia al gatto è prodotta anche dalla pelle e da alcuni organi del gatto. Non tutte le razze di gatti producono questa proteina e quindi li possiamo considerare gatti anallergici.

Gatti anallergici

Esistono gatti anallergici?

Come detto in precedenza circa quattro quindi delle persone allergiche ai gatti sono allergici alla proteina FEL D1. Per queste persone esistono razze di gatti che producono una quantità inferiore di questa proteina e di conseguenza si riduce la risposta immunitaria. Bisogna comunque considerare che le allergie per quel che sappiamo, variano molto nel tempo. Gatti che producono una concentrazione inferiore di FEL D1 potrebbe pertanto non mettere al riparo le persone più sensibili, che così non trarrebbero giovamento dai gatti anallergici. Se siamo allergici ai gatti alcune accortezze possono fare modo di essere meno esposti all’allergene e non solo al FEL D1.

Come Convivere con un gatto in casa anche se si è allergici.

Se hai accolto un gatto in casa ma hai scoperto di essere allergico o lo hai scelto tra le razze di gatti anallergici ma i fastidi dell’allergia si manifestato e bene seguire dei semplici consigli.

  1. Sicuramente limitare la liberta del gatto di entrare nella stanza da letto evita che la diffusioni di allergeni nella stanza dove dormi.
  2. La presenza di tappeti favorisce l’accumulo di allergeni su queste superfici che non possono essere lavate con la stessa frequenza dei pavimenti.
  3. Spazzolare periodicamente il gatto con una spazzola apposita evita che il gatto lasci peli in giro per casa.
  4. La proteina responsabile dell’allergia al gatto è presente anche nell’urina. Per questo la pulizia frequente della lettiera è importante non solo per per la puzza che può emanare ma anche per ridurre la propagazione dell’allergene.
  5. Dietro consiglio del veterinario anche la sterilizzazione può essere di aiuto, infatti un gatto sterilizzato produce una minore quantità di allergene.
Gatti anallergici

Razze di gatti anallergici.

I gatti anallergici esiste, o meglio, esistono i gatti ipoallergenici, cioè che hanno minor probabilità di causare reazioni allergiche. É bene contattare un allevatore qualificato di razze elencati qui sotto  e visitarlo di persone, per capire come reagiamo al micio prima di adottarlo. Sicuramente se si ha la predisposizione all’allergia al gatto è bene puntare su un gatto di questa razza:

  1. Siberiano
  2. Norvegese delle Foreste
  3. Balinese
  4. Bangala
  5. Devon Rex
  6. Gatto Orientale a pelo corto
  7. Blu di Russia
  8. Cornish Rex
  9. LaPerm
  10. Siamese

Bisogna ricordare che ogni razza di gatto ha le proprie caratteristiche e necessita che devono coincidere con le nostre. Inoltre prima di acquistare un gatto da un allevatore e bene andare prima in un gattile per cercare il tuo nuovo migliore amico.