I gatti possono mangiare gli avanzi

I gatti possono mangiare gli avanzi di pranzo e cena di noi umani?

Sapere cosa i gatti possono mangiare e cosa no è molto importante per la loro salute e benessere, per questo quando adottiamo un gatto e molto importante quello che mettiamo nella sua ciotola. Anche nel caso diamo del cibo a gatti randagi che girano intorno alla nostra abitazione è bene fare attenzione a cosa gli diamo. In molti pensano che dare da mangiare gli avanzi di pranzo e cena ai gatti sia possibile ma non tutti i cibi per noi umani sono adatti per i mici. Infatti molti cibi di noi umani risultano dannosi per la salute dei gatti, per questo è importante sapere cosa i gatti non possono mangiare.

I gatti possono mangiare cibi preparati in casa o gli avanzi di pranzo o cena.

Un tempo non si faceva caso a quello che si dava da mangiare al gatto e la loro dieta era composta dagli avanzi di pranzi e cene che alla lunga potevano provocare malattie. Negli ultimi tempi si fa sempre più attenzione all’alimentazione dei gatti migliorando la loro saluta e aspettativa di vita. Per questo bisogna conoscere cosa un gatto può mangiare anche se si sceglie una dieta casalinga piuttosto che cibi per gatti industriali.

Il cibo per gatti che si trova in commercio è sicuro e salutare per i gatti, infatti ogni azienda produttrice si prodigano per fornire diversi cibi per le diverse esigenze dei gatti: cuccioli, adulti, anziani o sterilizzati.

I gatti possono mangiare la pasta ?

Spesso la pasta è uno dei piatti presenti sulle nostre tavole, e sorge spontanea la domanda se gli avanzi della pasta gli possiamo dare al gatto. La pasta non è un alimento che risulta velenoso o tossico per i gatti ma non facilmente assimilabile dal loro organismo. Quindi visto che la pasta non risulta direttamente dannosa per i gatti sorge spontanea la domanda se è sicuro e salutare che i gatti mangiano la pasta.

Per i gatti i carboidrati presenti nella pasta sono difficili da trasformare in energia rispetto alle proteine della carne che sono più adatti al loro metabolismo. Per questo bisogna evitare che diventi un pasto abituale per il nostro gatto soprattutto se non integrato con proteine. Essendo carnivori i gatti necessitano di una quantità considerevole di proteine rispetto ai carboidrati. Pur metabolizzando i carboidrati i gatti impiegano più tempo molto più tempo che per le proteine ricucendo l’energia che hanno a disposizione subito, inducendoli a risparmiarne ed essere meno attivi. Questo comporta soprattutto nei gatti tenuti in casa una trasformazione dei carboidrati  in grasso al posto di energia portandoli a prendere peso sino all’obesità.

Anche se molto rara i gatti possono essere allergici o più semplicemente sensibili al glutine presenti nella pasta. I gatti per questo dopo aver mangiato la pasta possono soffrire di vomito, diarrea, prurito, orticaria, asma e difficolta respiratoria. Se osservate reazioni di questo topo che il gatto ha mangiato della pasta bisogna potarlo dal veterinario e non dargliela in futuro.

Se si decide di dare un pò di pasta al gatto magari in qualche ricetta di cibo per gatti fatta in casa e bene avere alcuni accorgimenti:

  • La cottura della pasta per darla al gatto è un’aspetto fondamentale bisogna cuocerla anche più del dovuto per fa si che sia più facile da digerire.
  • Non bisogna aggiungere sale che è dannoso per i reni delicati del gatto.
  • Bisogna evitare i condimenti che contengono alimenti tossici o velenosi per i gatti come aglio, cipolla, alloro, funghi e alcuni aromi la lista completa.

I gatti possono mangiare il pane ?

Parte della risposta alla domanda se i gatti possono mangiare il pane? è uguale a quella se i gatti possono mangiare la pasta? Infatti come la pasta il pane e una fonte di carboidrati di cui il gatto non ha bisogno, per questo valgono le identiche considerazioni. Bisogna considerare che tra gli ingredienti del pane è presente il sale e il lievito. Per quanto riguarda il sale è uno degli alimenti che non bisogna dare ai gatti perchè potrebbe danneggiare i loro delicati reni. Inoltre i gatti potrebbero sviluppare gas intestinale dopo aver mangiato del pane perché il loro apparato digerente non riesce a digerire il lievito.

Per questo il pane è uno degli alimenti da evitare da far mangiare al gatto se non occasionalmente e in piccolissime quantità.

I gatti possono mangiare la pizza ?

Per rispondere alla domanda se i gatti possono mangiare la pizza? Dobbiamo analizzare i vari ingredienti che generalmente sono nella pizza. Anche se mentre stiamo mangiando la pizza il nostro gatto ci guarda elemosinandone una fetta non dobbiamo cedere per la sua saluta. Infatti analizzando ogni ingrediente che possiamo trovare nella pizza può causare malori o disturbi al gatto.

  • La base della pizza. Contiene gli stessi ingredienti del pane e per gli stessi motivi è sconsigliato. Inoltre la durante della cottura della pizza è più breve e il lievito può rimane più attivo aumentando le possibilità di provocare gas intestinali.
  • La mozzarella o altri formaggi. Molti gatti sono intolleranti al lattosio che gli provocano vomito o diarrea.
  • I condimenti sulla pizza. La piazza è un alimento che piace molto per il suo sapore ricco di condimenti come cipolla, sale, funghi che sono dannosi alla salute del gatto.

I gatti possono mangiare la pizza

I gatti possono mangiare il riso ?

Molti cibi per gatti che troviamo sugli scaffali dei negozi contengono riso, questo perchè anche se è un elemento ricco di carboidrati è senza glutine. Quindi a livello nutrizionale ha le caratteristiche molto simili alla pasta e al pane ma senza però sviluppare alcun tipo di intolleranza. Questo significa che i gatti possono mangiare il riso che non e tossico per il loro organismo ma non deve essere considerato come principale fonte di nutrimento. Come per la pasta un gatto che si alimenta principalmente col riso può andare incontro a malnutrizione o sovrappeso è incidere sulla sua salute e la sua longevità.

Nel caso di un gatto con diarrea un rimedio naturale dietro consiglio del veterinario potrebbe essere proprio il riso. Una piccola quantità di riso cotto mischiata con il cibo del vostro gatto può migliorare la digestione e fermando la diarrea. Il riso cotto oltre a essere facile da digerire e ricco d’acqua riducendo i rischi di disidratazione dei gatti che soffrono di diarrea. Come accennato in precedenza prima di considerare di curare la diarrea del gatto col riso bisogna consultare un veterinario, perchè potrebbe soffrire di qualche disturbo che non può essere risolto in questo modo e nel peggiore dei casi potrebbe addirittura peggiorare la situazione.

I gatti possono mangiare le uova ?

I gatti possono mangiare le uova in modo moderato in modo che questo alimento non sia dannoso per la loro salute infondo sono animali carnivori. In generale bisogna offrire le uova ai gatti solo combinandoli con altri alimenti utili per la sua salute.

LA quantità di uova che i gatti possono mangiare deve essere adeguata alle sue dimensioni, peso, età e allo stato di salute del felino, considerando anche lo scopo dell’utilizzo di questo alimento. In molte ricette di cibo preparati in casa sono presenti le uova e le dosi sono da  quantificare dietro consiglio del proprio veterinario. Infatti se le uova offrono proteine ​​magre e benefiche, non devono sostituire le proteine della carne nella dieta del felino.

Il veterinario può aiutarci a introdurre le uova nell’alimentazione del gatto, arricchendo i suoi pasto con calcio, fosforo, ferro potassio e vitamine A, D, E e B. Questo oltre a contribuire all’alimentazione del gatto le uova aiutano anche a mantenere un sistema immunitario sano e prevenire molte malattie.

Bisogna precisare che le uova crude sono pericolose per i gatti infatti possono contenere il batterio della salmonella, per questo bisogna sempre cuocere le uova per eliminare gran parte degli agenti patogeni.

I gatti possono mangiare il pollo arrosto ?

Sicuramente i gatti possono mangiare il pollo infatti è presente in molti cibi per gatti che troviamo in commercio. Possiamo anche far mangiare al nostro gatto del pollo cucinato arrosto bollito o al forno ma senza sale, aromi e ossa. Per questo gli avanzi di pollo cucinati per noi umani insaporiti con sale e aromi vari non deve finire nella ciotola del gatto. Il sale come detto in precedenza è dannoso per i reni del gatto mentre alcuni aromi possono essere tossici per il suo organismo.

I gatti possono mangiare pollo arrosto

 

I gatti possono mangiare insaccati e affettati?

I gatti adorano gli insaccati e gli affettati, ma uno dei conservati utilizzati è il sale che risulta altamente pericolo per la salute renale dei mici. Un altro ingrediente presente spesso negli insaccati  è il pepe altro ingrediente dannoso per la salute dei gatti assolutamente da vietare. Per questo si può dare dell’affettato al gatto solo in piccole quantità e molto di raro magari in occasioni speciali. Sicuramente in quelle rare accessioni l’affettato deve essere senza pepe e un basso contenuto si sale. Anche se il gatto impazzisce per il salame e prosciutto crudo sono da evitare preferendo sempre nei rari casi il prosciutto cotto.

Se proprio si vuole dare un insaccato come il wurstel al gatto e da preferire quello di di pollo o di tacchino sempre da dare da mangiare cotto passandolo prima in padella o bollito.

I gatti possono mangiare il cibo per cani ?

Cani e gatti sono animali molto diversi per questo hanno esigenze alimentari ben diverse. Può capitare che i gatti rubano il cibo nella ciotola del cane senza nessuna conseguenza, ma se la cosa si ripete spesso le conseguenze per la sua salute potrebbero essere serie. Infatti i gatti hanno bisogno di cibi con caratteristiche nutrizionali ben diverse di quelle del cane.

Per evitare che il gatto prenda l’abitudine di mangiare il cibo del cane se vivono sotto lo stesso tetto si può dare loro da mangiare in stanze separate e poi togliamo gli avanzi di cibo.

I gatti possono mangiare il formaggio ?

I felini sono molto attratti dal formaggio, ma la maggior parte dei gatti crescendo diventa intollerante al lattosi. Infatti l’organismo del gatto adulto non produce l’enzima necessario per digerire il lattosio o ne produce molto meno che risulta insufficienti per digerirlo correttamente. Quindi se vi state chiedendo se i gatti possono mangiare il formaggio la risposta anche se non è un elemento vietato e meglio evitarlo. Un gatto che beve del latte o mangia prodotti caseari può sviluppare problemi digestivi come gas, vomito o diarrea.

I formaggi di capra o pecora sono più facili da digerire per i nostri gatti. Quindi i gatti possono mangiare questi formaggi ma in quantità molto limitata e di raro. Proprio perchè i gatti adorano mangiare il formaggio sempre in piccole quantità e chiedendo sempre il parere del veterinario è possibile utilizzare un piccolo pezzo di formaggio duro come premio durante l’educazione del vostro micio.

I gatti possono mangiare il gelato ?

Anche se mentre ti gusti il gelato il tuo gatto ti guarda con occhi che ne elemosinano un pò non è una buona idea cedere alle sue richieste. Vedere i video su internet di gatti che si mangiano il gelato e accusano il “cervello ghiacciato” sembrano divertenti, ma non lo sono affatto per i gatti. Infatti i gatti amano il caldo per via di una temperatura corporea piuttosto alta e l’assunzione di un cibo freddo facilmente li raffredda. Inoltre gli ingredienti presenti nel gelato sono dannosi per la salute dei gatti è in alcuni casi addirittura tossici come il cacao o caffè.

Il gelato come i dolci possono provocare al gatto coliche, flatulenze e mal di stomaco, per questo i gatti non possono mangiare questi alimenti. Inoltre i gatti non sono in gradi di sentire i sapori dolci per questo è anche inutile dargli questi cibi pensando che provano piacere.

Se proprio vogliamo offrire un cibo rifrescante al nostro gatto come il gelato è bene farlo di raro e solo come premio nel periodo più caldo dell’anno in modo da combattere la disidratazione. Per dare il gelato al gatto è bene avere delle accortezze:

  • Per evitare che il gatto soffre del dolore da “cervello ghiacciato” si consiglia di togliere il gelato dal freezer un pò prima in modo che non sia troppo freddo.
  • Bisogna preparate il gelato in casa utilizzando frutta fresca e latte senza lattosio e non bisogna aggiungere zucchero. La frutta da utilizzare deve essere tra quella che un gatto può mangiare.

I gatti possono mangiare il gelato

I gatti possono mangiare le verdure ?

Anche se i gatti sono carnivori ogni tanti integrare la loro dieta con delle verdure ricche di fibre e vitamine non può che far del bene all’organismo del nostro micio. Si possono dare le verdure al gotto dopo averle bollite e aggiunte moderatamente al pasto a base di carne o pesce. Le verdure che i gatti possono mangiare e che troviamo spesso anche nel cibo industriale sono:

  • Carota bollita: Le carote bollite per il gatto sono facile da digerire, Inoltre sono un apporto di fibra e vitamine.
  • Piselli bolliti: I piselli bolliti sono per i gatti una fonte di proteine vegetali, vitamina B12 e magnesio.
  • Zucca o zucchina bollita: Le zucchine e la zucca sono una delle verdure più utilizzate per le ricette casalinghe di cibo per gatti, per la sua facile digeribilità dall’apparato digerente del gatto.
  • Cetriolo: In molti video su internet si vedono i gatti che hanno paura dei cetrioli ma non è proprio cosi. I gatti non hanno paura dell’ortaggio in se ma si spaventano perchè si trovano qualcosa all’improvviso vicino. Il cetriolo composto dal 95% d’acqua può essere mangiato con moderazione dal gatto sia crudo che bollito soprattutto in estate fornendo risultando molto idratante.
  • Fagiolini: I fagiolini lessi sono una fonte di fibre e vitamine e favorisce l’idratazione del gatto, per questo i fagiolini possono essere mangiati dai gatti con moderazione insieme a fonti di proteine come carne e pesce.

Non bisogna sbizzarrirci aggiungendo alla dieta del gatto le verdure senza consultare prima il veterinario. Una dieta sbagliata può nuocere alla salute del gatto.

I gatti possono mangiare la frutta ?

I gatti sono animali carnivori e per questo la loro dieta si deve basare su carne e pesce che devono essere le principali fonti di energia per i felini, ma alcuni frutti sono ottimi se somministrati in piccole quantità. La frutta per il gatto non deve essere un ingrediente principale della dieta quotidiana del gatto ma come integratore di vitamine fibre e acqua. La frutta migliore che può essere mangiata da un gatto sono:

  • Fragole:  Le fragole sono una buona fonte di vitamina C e fibre che i gatti possono mangiare.
  • Melone: In estate il melone per il nostro gatto può essere rinfrescante e idratante, particolarmente indicato come bocconcino d’estate per combattere la disidratazione.
  • Anguria: Con una minore quantità di zuccheri rispetto al melone può risultare rinfrescante e dissetante per il nostro gatto. Come il melone l’anguria può essere mangiata dal gatto ma bisogna avere l’accortezza di non darlo troppo freddo.
  • Pesca: Molti gatti adorano le pesce e possono mangiarla, bisogna avere l’accortezza di sbucciarla e darla senza nocciolo.
  • Pera e mela: La pera e la mela possono essere mangiate dal gatto sia crude che bollite, senza l’aggiunta di zucchero tagliati a dadini sono l’ideale come bocconcini.

Consigli sull’alimentazione dei gatti.

I gatti sono animali che riescono a nascondere molto bene i loro malesseri, per questo bisogna essere molto attenti alla loro salute che passa anche dalla loro alimentazione. Per questo è sempre bene informarsi dal veterinario sulla dieta del nostro gatto e cosa possiamo dargli di tanto in tanto come ricompensa.